>> click here for the english version <<

Il 17 ottobre 2014 il pubblico del Como Contemporary Contest ha partecipato alla creazione di un grande acquerello dal titolo “Water”.
L’opera  è stata quindi messa all’asta su eBay, donando l’80% dei proventi a Water For People, un’organizzazione no-profit impegnata  a portare acqua pulita nei luoghi più bisognosi del pianeta.

La co-creazione di “Water” il 17 ottobre 2014

{gallery}gallery/arte/water/event:140:110:0:0{/gallery}

water-artwork

Acquista un poster, aiuta Water!

Ho deciso di creare stampe e altri gadget per nutrire il progetto una volta che il grande evento sarà terminato. Potete acquistarli nello shop, l’80% dei profitti sarà sempre donato a Water For People. Ecco alcuni esempi delle grafiche che ho creato.

{gallery}gallery/arte/water/prints:140:110:0:0{/gallery}

Il commento dell’artista

water-watercolors Mi chiamo Niccolò Angeli e sono un artista italiano. Essendo consapevole che talvolta le mostre di arte contemporanea sono noiose, ho deciso di presentare alla mia una grande foglio bianco e lasciare che fosse il pubblico a co-creare l’opera per conto proprio. Ho intitolato quest’opera “Water” e ho fornito al pubblico pennelli e acquerelli blu fatti a mano.

Volevo anche creare un piccolo evento sociale intorno a questo progetto, per cui ho deciso di dedicare quest’opera a coloro che non hanno abbastanza acqua sul nostro pianeta. L’associazione Water For People mi sta aiutando a farlo: prendendo l’80% dei proventi della vendita all’asta dell’opera e usandoli per portare acqua pulita dove c’è bisogno.

L’acqua è per noi un elemento così basico e super-utilizzato che tendiamo a dimenticarci di quanto sia meravigliosa… e quanto poco tempo sopravvivremmo senza di essa!
Secondo Unwater.org l’85% della popolazione mondiale vive nella metà più arida del pianeta, e 783 milioni di persone non hanno accesso ad acqua pulita.

L’acqua è anche qualcosa che connette tutti noi (proprio come fa l’aria), non solo perché circa il 60% dei nostri corpi è composto da essa, ma soprattutto perché l’acqua che bevi un tempo potrebbe essere stata una nuvola proveniente da un luogo molto lontano, poi pioggia o neve o ghiaccio, poi una bottiglia sulla tua tavola. Pensaci la prossima volta che ne bevi un po’.

{slider Commento critico|closed}

Il progetto vuole indagare il rapporto tra opera e pubblico così come la funzione sociale dell’arte. 
L’artista infatti si spoglia quasi completamente della responsabilità “visiva” dell’opera, per lasciare questa parte nelle mani di chi dovrebbe solo guardare.  E’ il pubblico a dare energia, forma e colore, ed è sempre il pubblico a scegliere se procedere in modo organico ascoltando i gesti compiuti da tutti, oppure ognuno per sè, recintandosi nel proprio soggettivo lasciare un segno.
L’opera è poi venduta all’asta, incontrando un altro tipo di pubblico, che stavolta interviene monetariamente fornendo all’opera un ulteriore tipo di energia. Infine l’80% dei proventi viene donato per un progetto sociale, l’energia accumulata è trasformata attraverso un ulteriore processo sociale, e l’opera conclude il suo ciclo di interazioni con il pubblico.

{/sliders}

Water for People